Cerco persone sieropositive: chat per chi ha l’hiv

Cerco persone sieropositive: chat per chi ha l’hiv

Persone sieropositive ogni giorno vivono stigma e alienazioni dalla società, così le relazioni sierodiscordanti – quelle relazioni fra una persona affetta da hiv e una non affetta – diventano sempre più difficili ed utopiche. L’unica alternativa valida è avere relazioni fra sieropositivi e di questo si occupa questo articolo.

Ecco di cosa parleremo: 

  • Incontri per sieropositivi: perché prediligerli?
    • Sieropositivi e stigma sociale
    • Le barriere nei rapporti sierodiscordanti
  • Chat hiv: dove conoscere sieropositivi

Incontri per sieropositivi: perché prediligerli?

Molte persone si chiederanno perché se affetti dal virus dell’hiv bisognerebbe prediligere una relazione fra una persona altrettanto affetta e non una con una persona non positiva. Esistono le coppie sierodiscordanti, ce le mostrano di continuo come vessillo della possibilità di una vita normale.

Sì, è vero. Le coppie sierodiscordanti esistono e alcune sono anche molto felici, ma purtroppo per una coppia sierodiscordante felice esistono almeno un centinaio di persone hiv positivi che hanno avuto altrettanti incontri sierodiscordanti in cui si sono sentiti umiliare.
Una persona sierodiscordante purtroppo farà fatica a comprendere questa particolare situazione, soprattutto perchè è un argomento affrontato come lo spauracchio notturno: usa il preservativo o ti prendi l’hiv e poi muori.

Questo è ciò che viene inculcato fin da piccoli a tutti e quelli che non hanno vicino parenti o amici che ne soffrano e non possono comprendere davvero cosa significhi.
Questo sarebbe un appuntamento sierodiscordante.

Mentre, insomma, in un incontro fra sieropositivi si è in due in questo percorso difficile ma fattibile e non disabilitante che è l’hiv.
Una persona sieropositiva può comprendere quanto sia umiliante sentirsi chiedere di stipulare obbligatoriamente un’assicurazione sulla vita aggiuntiva per poter richiedere un mutuo o altre attività simili, perché secondo molti non si risulterebbe idonei altrimenti.

Una persona sieropositiva non giudica e soprattutto comprende pienamente cosa significhi avere incontri fra hiv positivi.
Infine, avere una relazione sierodiscordante per molti vorrebbe dire avere una relazione asessuata, quando invece queste due cose non coincidono forzatamente né sono obbligatorie.

Sieropositivi e stigma sociale

Le persone sieropositive o affette dal virus dell’hiv sono state per anni additate come i protagonisti di scenari orrorifici e ricchi di disinformazione.
Per molti, sieropositivo vuol dire persona drogata o eccessivamente disinibita a letto – per anni è significato solo e unicamente gay – e comunque con una aspettativa di vita breve e dolorosa, oltre che una bomba ad orologeria virulenta.
In sunto, una persona da cui stare lontani.
Questo tipo di stigma ha creato delle barriere mentali e non solo fisiche nei sieropositivi che hanno finito per prediligere rapporti con persone altrettanto sieropositive.

Questo è anche perfettamente capibile: non ci sono barriere, ci si comprende meglio, si vivono le stesse sensazioni e gli stessi disagi.
Immaginate un primo appuntamento, la persona cerca di darvi un bacio e voi vi scansate << scusa, non posso non dirtelo. Ho l’hiv >> sebbene voi siate stati responsabili ed eticamente corretti, finirete per essere scaricati con delle patetiche mosse di ghosting.

O immaginate il silenzio se durante una serata in comitiva finiste per tagliarvi – magari superficialmente, con della carta – un dito e foste costretti ad allontanare chiunque cerchi di prestarvi soccorso per scongiurare ogni possibile pericolo.
Purtroppo si verrebbe a creare il gelo e alcuni avrebbero perfino paura di utilizzare delle posate che potreste aver utilizzato voi per primi, anche se questo è insensato e scorretto.

Questo stigma sociale è ancora ben lontano dall’essere superato e purtroppo pesa – come un’onta – molto più del virus stesso

Le barriere nei rapporti sierodiscordanti

Un altro motivo per preferire gli incontri fra sieropositivi si ha nelle ovvie barriere, che un rapporto fra sierodiscordanti porta con sé: è anche vero che una persona che segua una cura e che negli ultimi 6 mesi abbia riscontrato di avere una carica virulenta pressoché nulla può provare ad avere perfino un figlio in maniera canonica, ma in questo caso il rischio cala, non scompare.

Certo, esiste la PreP ma non tutte le persone non affette da hiv sarebbero disposte a seguire una Profilassi per Esposizione per poter avere una relazione con una persona sieropositiva.
Normalmente ci si ritroverebbe in un contesto sessuale in cui non si vive bene, in cui un profilattico che si rompe non è il rischio di una gravidanza ma il rischio di un’infezione a vita.

Chi non fa la cura PreP, inoltre dovrebbe avere rapporti orali, vaginali e anali solo con il preservativo e non potrebbe avere rapporti masturbatori penetrativi col partner affetto, poiché – magari nella foga – potrebbe tagliare il partner e venire così in contatto col sangue.
Questo può provocare preoccupazione per l’intimità, ansia nella sfera sessuale, smarrimento, paura, sensi di colpa, inadeguatezza e infine incomunicabilità nella coppia.

Per non parlare della decisione di avere un figlio, per la maggior parte dei casi bisognerebbe ricorrere ad un inseminazione in vitro, dopo accertamenti. Ed il tutto avrebbe sicuramente un prezzo esoso che non tutti possono affrontare.

Chat hiv: dove conoscere i sieropositivi

Capito il contesto in cui incontrare le persone, il metodo che ci sentiamo comunque di consigliare – un po’ per la situazione in cui stiamo vertendo e un po’ perché lo schermo può essere una barriera utile per persone con fragilità emotive date da uno stigma sociale – è quella di iniziare una conoscenza online, infatti secondo la chat per sieropositivi incontrihiv.com questo modo moderno è molto gradito a chi vive una situazione di sieropositività infatti chi si iscrive sarà sicuro  di poter conoscere persone che potranno comprendere e iniziare una relazione emotiva e sessuale senza remore, paure e rimostranze. Senza ansie.

Se inveice la pensate diversamente e credete le relazioni sierodiscordanti siano fattibili e volete dimostrarlo incontrando una persona non sieropositiva e vivendo con lei una folle storia d’amore date uno sguardo  ai migliori siti d’incontri per single online

Lascia un commento